lo-schifo

“E’ tutto così schifoso.”
“Non è possibile proseguire.”

– Stai di nuovo buttando via tutto.

– Quando avrai buttato ogni cosa, avrai risolto? Quando sarai andata lontano, avrai risolto?

Forse buttare tutto è un modo per non lasciare niente dietro di sé.
E’ un modo per morire senza ansie.

La nonna, ci aspettava seduta sul muretto della sua casa con una valigia.
“Ho venduto la casa, ora non so dove andare”.
Aveva buttato via anche la casa.

Il suo gelsomino e la magnolia fioriscono nel nostro giardino. Erano le piante che non aveva buttato: le aveva date a noi.

Ma come farò a buttare il nostro giardino, le piastrelle del bagno decorate da un disegnatore famoso, le erbacce alte più alte del mio cane che sta morendo, più alte di me, che crescono ad un ritmo serrato, come una metafora della vita, dell’affannarsi in una corsa che non si vince. Non faccio in tempo a toglierle, che ricrescono.

E’ tutto così schifoso, è vero, quando ci rendiamo conto di non poter vincere contro il tempo, quando nell’intera città tutti sembrano avere lo stesso umore, lo stesso sguardo storto, nauseato, da quest’aria così schifosa che cala sulla città. Il traffico, automobilisti che si picchiano, il caldo, la pioggia al buio, il fumo nelle campagne.

Non è così sempre, no. A volte il sole irradia ogni cosa e sembra non esserci motivo per essere più felici. Ma non oggi.
Oggi è tutto così schifoso, e allora me ne torno a casa, la casa che non ho buttato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...