Gli amanti passeggeri

amantipasseggeri

Un film di Pedro Almodovar. Complici le programmazioni multisala inadeguate, ritorno in un piccolo cinema di città, al suo soffitto scricchiolante e all’odore di polvere del cinema vero. In sala siamo in 5, di venerdì sera. Non so fino a che punto la colpa sia del film di Almodovar, senza alcun dubbio destinato ad un pubblico di nicchia per il suo essere evidentemente filo-omosessuale. Gli amanti passeggeri dà l’idea di una commedia surrealista realizzata con un budget molto basso, sia per il cast (fatta eccezione per le brevi apparizioni di Cruz e Banderas) che come scenografie (quasi tutto il film si svolge all’interno di un aereo). Almodovar ritrae la paradossale situazione d’un gruppo di piloti e passeggeri di un aereo sul rischio di precipitare, i quali, per tenere a bada l’ansia, cercano vari tipi di intrattenimento e di soluzioni al problema, fino al culmine della pellicola in cui la paura della morte si consuma in un set di quasi simultanei e violenti atti sessuali tra loro. La varietà dei passeggeri e delle situazioni sentimentali e familiari in cui essi versano rispecchiano fortemente la vita vera, con le sue coincidenze ai limiti del realistico e le mille contraddizioni personali. Ma ciò che imparano soprattutto gli Amanti Passeggeri di Almodovar è che la vita ha sempre un valore, comunque la si viva, e che, nelle loro mille diversità, è sempre bello proseguire lungo una strada, qualunque essa sia.
Sufficiente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...