Cose a caso, buone feste, buon anno e così via.

E la delusione nello scoprire che quella che credevo una collana di legno colorata che mi è stata portata da Medjugorje non è una collana, NON MI PASSA PER LA TESTA, è bensì un rosario e non posso metterla per uscire. Al massimo come braccialetto, doppio giro.

Ho scoperto qual’è la canzone che si sente sempre ovunque ed è anche nel trailer del cinepanettone con Arisa di quest’anno: Little Talks del gruppo indie/folk islandese Of Monsters And Men. Ha anche un bel testo, tutto l’album sembra molto bello, si intitola My Head Is An Animal.

monstersandmen

Ritornando alla collana di Medjugorje, il punto è che a Natale compaiono sempre le cose più brutte. I regali di Natale sono un po’ come le sorprese di Pasqua, ma senza la cioccolata. Continuo a chiedermi cosa ci sia di bello nel vagare in centri commerciali affollatissimi raggiunti dopo ore di traffico e di ricerca di un posto per la macchina con l’intento di acquistare oggetti di dubbia qualità. E fare chilometri di fila per pagarli. Per questo apprezzo di più una collana di Medjugorje e dei cioccolatini bosniaci di anonimi porta bon bon in ceramica a forma di Babbo Natale. Almeno il rosario di Medjugorje è cinese autentico. E forse è anche stato benedetto. Tra le altre cose, non capisco il senso di avere un albero addobbato in casa. Ma non farlo si dice che porti male. E allora se proprio devo farlo, almeno ci appendo sopra i barboncini.

Tra le tante cose che ho capito quest’anno: voglio i nani in giardino. 14. Di cui 7 colorati male. Mi fanno un po’ pensare ad Amèlie.

Ho capito che anche se continua a non piacermi il Natale, per la prima volta dopo tanti anni riconosco che ha qualcosa di buono. Con le sue inutili tradizioni, con i suoi paradossi, con le sue ipocrisie. Con le sue sbronze. Con la sua cafonaggine. Natale è come i cinepanettoni. Fa schifo, ma un po’ mi piace.
Non so se quest’anno ci vado davvero alla messa di Natale.
Non so nemmeno se voglio bere.

La felicità è irritante, ha più fascino essere tristi. Ma sono contenta, non posso farci niente.

E’ stato un anno eccezionale e il risultato è che tollero anche il Natale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...