La vera storia di Jack lo squartatore


Piove piove piove, tutti hanno paura di Bellocchio al cinema e quindi continuano i film a casa. Questa sera è stata la volta di Jack Lo Squartatore, che avevo visto alle medie senza capire niente e dopo circa una decina di anni ho guardato di nuovo: la mia impressione non è cambiata. Se alle medie pensavo che il film facesse schifo perché ero distratta da una ventina di compagni di classe che facevano un casino incredibile (mi si perdoni il linguaggio, è notte fonda), ora posso dire che il film, anche se osservato con attenzione, non coinvolge, è fatto con i piedi e Johnny Depp come al solito fa la parte del coglione. Sì, raggiunta la maggiore età, posso dirlo: Johnny Depp, hai rotto tu e i tuoi film fighetti dove fai il bellino. A parte che non ricordavo che Jack Lo Squartatore si trattasse di un film così horrorallamoda: immagini qua e là di mosche e altre cose brutte che dovrebbero fare paura (secondo loro) montate in maniera alternativa per far colpo sugli adolescenti, trama e dialoghi appena sufficienti. Il film è del 2001 ed è tratto dalla graphic novel di Alan Moore “From Hell“, quindi può interessare a chi segue i film tratti dai fumetti di Alan Moore. Vi rimando quindi alle pagine di Constantine, Watchmen e La leggenda degli uomini straordinari.

Per il resto, il sabato sera è stato sul serio alternativo, altroché Jack Lo Squartatore: dopo un rapido occhio alla sagra della parrocchia dietro casa, prima del film Yo-Yo Motta inzuppato nel vino rosso gentilmente offerto da un’altra parrocchia di un paese vicino, si trattava infatti del vino dei SANTI ROCCO E SEBASTIANO (con tanto di etichetta dei santi), ricevuto in dono ad una rappresentazione teatrale di amici. La prossima bottiglia di vino verrà bevuta con una Girella e un film migliore di Jack Lo Squartatore, spero.

Comunque è già deciso, seconda chance a John Carpenter: Fuga da Los Angeles verrà visto, all’anti-cannibale è piaciuto troppo Kurt Russel.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...