Non ti muovere

A volte penso alle tantissime persone che fanno della televisione il loro mezzo d’intrattenimento principale e vedono molti più film di quanti ne veda io, che alla fine ne vedo pochi, ben scelti (anzi, spesso volutamente mal scelti) e che nonostante ciò io ho tutta questa voglia di commentare. Forse perché il cinema m’è sempre piaciuto, ma solo da un certo momento in poi ho smesso d’essere passiva di fronte a ciò che gli altri sceglievano per me (dove gli altri erano gli autori del palinsesto televisivo, o i compagni di classe delle medie) e ho cercato di recuperare e vedere i film che m’interessavano davvero. All’inizio, i miei desideri/lacune sembravano troppi, ma con il tempo sono riuscita a togliermi un po’ di curiosità.
Comunque, come dicevo nel post precedente, al cinema alla fine scartammo l’idea di andare a vedere Non ti muovere preferendo Peter Pan (non l’avessimo mai fatto) e un po’ mi rimase il rimpianto di non aver visto questo film così elogiato, in particolar modo per l’interpretazione di Penelope Cruz; presentato al Festival di Cannes 2004 (al quale, si sa, per partecipare devi fare un film palloso: il premio viene dato al film per il quale d1+d2+…+dn sia massimo, dove d1, d2, …, dn sono i diametri delle palle della giuria).
Non ti muovere
all’epoca insomma era un film di cui si parlava molto, sia perché (ri)portava Penelope Cruz nel cinema italiano, sia perché tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mazzantini, ma SPECIALMENTE perché Vasco componeva per questo film la canzone UN SENSO, e quindi tutti a interessarsi e a parlare di Non ti muovere.
Gli altri interpreti: Angela Finocchiaro, Claudia Gerini, Sergio Castellitto (alla regia), Marco Giallini. Nella colonna sonora, oltre che di Vasco, brani anche di Toto Cotugno e Nino Buonocore.
In sintesi: un film triste e noioso, su gente che sta male e sta in ospedale. Da non vedere. Siamo già pieni di cose tristi, non possiamo vedere ematomi anche al cinema. Se proprio devo vedere qualcosa di brutto vedo Eraserhead. Però Vasco tira sempre.

Il testo di Un senso, decisamente senza senso.

Voglio trovare un senso a questa sera
Anche se questa sera un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa vita
Anche se questa vita un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa storia
Anche se questa storia un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa voglia
Anche se questa voglia un senso non ce l’ha

Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà…
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani un altro giorno arriverà…

Voglio trovare un senso a questa situazione
Anche se questa situazione un senso non ce l’ha

Voglio trovare un senso a questa condizione
Anche se questa condizione un senso non ce l’ha

Sai che cosa penso
Che se non ha un senso
Domani arriverà
Domani arriverà lo stesso
Senti che bel vento
Non basta mai il tempo
Domani un altro giorno arriverà…
Domani un altro giorno… ormai è qua!

Voglio trovare un senso a tante cose
Anche se tante cose un senso non ce l’ha

Annunci

One thought on “Non ti muovere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...