Film d’autore che fanno venire sonno

Allora, iniziamo con il chiarire una cosa. Suddivido i film che mi procuro in film da vedere assolutamente e film non necessari, chiaramente i film da vedere vengono sempre scartati e così mi ritrovo alla cospicua età di 24 anni ad avere ancora delle lacune sconfinate. E poi ci sono dei film di autori che stimo fortemente e che voglio proprio vedere, ma non si sa come non ci riesco mai. E mi ritrovo a vedere codesti film suddivisi in 37 puntate da tre minuti l’una, e forse anche di più, perché ogni volta riprendo a vederli da dove avevo già visto (ma nemmeno me ne accorgo, perché essendomi addormentata la volta precedente non ho capito niente di che cosa è successo).

Il primo film che mi CURA L’INSONNIA IN UNA MANIERA INCREDIBILE è:

1) Io sono un autarchico di Nanni Moretti.


Davvero, io ci ho provato sempre a vederlo. Ma poi è inevitabile, oramai il mio corpo ha creato un’associazione Io sono un autarchico –> Sonno e quindi è impossibile proseguire nella visione. All’inizio ero ben motivata, ma poi ho iniziato anche a pregustare l’effetto narcotico che ha il primo Nanni su di me. Molto efficace, davvero. E poi è un bel film. Almeno credo, non lo so. Ho iniziato a vederlo due anni fa, forse fra un po’ lo finisco anche (e sarebbe ora).

2) ZABRISKIE POINT di Michelangelo Antonioni


Cazzo che filmone. Vi rendete conto? Ha la colonna sonora dei Pink Floyd! Un film raro, rarissimo, di un grande autore, ed anche italiano! Peccato che non sia mai andata oltre al dialogo iniziale. La soddisfazione che mi provoca l’idea di poter vedere questo film è così forte che penso subito che non sia la serata adatta e rinuncio. Stesso effetto con Professione Reporter. E’ un film formidabile, per quei due minuti che ho visto. Poi buonanotte.

3) DUNE di LYNCH.

Lynch, mio amore. Era da un po’ che Io sono un autarchico mi aveva annoiato (eh?), tra l’altro adesso è anche quasi finito, ma senza volere ho trovato una nuova meritevole pellicola. Per ben tre sere di seguito mi sono addormentata sentendo parlare di Arrakis e della Spezia. Sembra bello, un giorno lo vedrò.

Annunci

3 thoughts on “Film d’autore che fanno venire sonno

  1. Pingback: Boh, ferie? « … And Justice For All

  2. Io sono un autarchico è un pò lento (forse anche per via della cinepresa fissa dovuta alle limitazioni del super8), ma ha dei siparietti divertenti e un’atmosfera “anarcoide” che ti fa capire quegli anni.
    “Zabriskie Point” ha un ottima scena finale, ma siamo forse al peggior Antonioni. Film datato.
    “Dune” è una vera rottura. E pensare che mio cugino è riuscito a vederne una versione di 4 ore e mezzo! Come diamine avrà fatto?
    Anche qui peggior Lynch.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...