Dente presenta il suo nuovo disco “Io tra di noi” allo showcase Fnac di Napoli (e di un po’ di altre città)

Devo smetterla di recensire qualsiasi cosa, recensioni scarne poi… Ma ero in zona, alla Fnac c’era lo showcase di Dente e un amico doveva intervistarlo: Dente è un ragazzo simpatico e ha detto anche che il suo sogno è fare un disco per infanti, e allora lasciamoglielo fare. Ora però, dopo il primo album L’amore non è bello consacrato dal singolo Buon appetito, esce Io tra di noi, secondo lavoro con la Ghost Records del cantautore di Fidenza, vero nome Giuseppe Peveri. Alle domande del pubblico su quali fossero gli artisti che più l’avessero influenzato Dente cita Eugenio Finardi, Lucio Dalla, Alberto Camerini (!), Sergio Endrigo e qualcos’altro. E’ molto gentile con il suo pubblico e fa due chiacchiere con ciascuno di noi.

Per chi volesse fare un ascolto dell’album di Dente lo rimando a:

Il nuovo disco di Dente in streaming

Tra le varie tracce preferisco ascoltare Piccolo Destino Ridicolo e Da Varese A Quel Paese ma s’è perso quel presunto senso di profondità che si aveva nel precedente lavoro, che a essere sincera nemmeno m’emozionava tanto; ascoltavo però volentieri il brano Buon Appetito, dotato di una buona dose di ironia e coinvolgimento affettivo come non se ne vedeva tempo nella musica leggera.


(Non è un caso che Dente abbia una mano nell’occhio)

Da Varese a quel paeseDente (boh.)

Dal casello di Varese dritto nel tuo letto
Al tuo paese alle due della mattina non ci danno da bere
Ma tu hai una casa, una cucina e un po’ di vino
Io voglio starti vicino e da vicino sei diversa
Hai un maglione nuovo che ti fa freddo alla schiena
Appoggiamo le guance sullo stesso cuscino
E d’improvviso siamo ancora una persona sola
Dal castello dei fantasmi dritto nel mio letto
E nei colori delle sei della mattina l’odore della festa
Così mi perdo, non so più dov’è che sono
Dove ho lasciato la testa
Ma poi mi sveglio ed è diverso
Ho un messaggio nuovo che mi fa freddo alla schiena
Appoggio la mano sull’altro cuscino
E d’improvviso sono ancora una persona sola

Nel leggere il testo credo ancora di più che dovrei dedicarmi a qualche altro hobby piuttosto che a recensire musica live indie…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...