I Foja alla Festa dell’Unità di Avella

La totale gioventù presente alla Festa dell’Unità di Avella (contateli, quanti sono?)

Serata strana, quella della prima data del programma della Festa dell’Unità di Avella. Erano diversi anni che non partecipavo ad una Festa dell’Unità (ricordo con molto piacere l’estate a Vernio, in Toscana, tanti anni fa, oppure i Modena City Ramblers al Collana) ed alcuni mesi che i Foja mi capitavano nei paraggi, così che m’era da un po’ venuta voglia d’andarli a vedere. Solo che pareva caduta su di essi e su di me una maledizione: in un’estate 4 date perse, la prima perché pioveva, la seconda non mi ricordo, alla terza avevamo preferito il Pomigliano Jazz. Questa quarta possibilità era invece minacciata dalla SAGRA DELLA FOCACCIA, che provvidenzialmente per fortuna non esisteva, così alla ricerca della sagra in una frazione di un paese nei pressi di un cimitero, anziché trovare la focaccia abbiamo solo trovato felici non sposini impegnati ad amarsi al cimitero (anche fuori dall’auto, così, in mezzo alla strada). Insomma un cimitero molto affollato, e nessuna focaccia, ma non avevo nemmeno fame e credo neppure gli altri, così anche i non-convinti si sono rassegnati alla festa dell’unità. Mi è dispiaciuto non permettere alla scrutratrice di partecipare ad una sagra, dato che diceva seriamente che in 24 anni di vita non avesse mai partecipato ad una sagra (tutte storie, come quando diceva di non essere mai stata a un concerto e cantava emozionata a quello degli Zero Assoluto, per poi non ricordarsi di essere stata pochi mesi prima con me da Giorgio Canali). Giunti dunque ad Avella, la scrutratrice ha scrutato l’ambiente di sinistra ed insieme a suo fratello abbiamo atteso altre due persone sulle bellissime giostre della piazza del convento. Veniamo alla festa dell’unità: diciamo che abbiamo dato un grosso contributo alla sinistra locale, dato che eravamo in 5, e probabilmente in tutta la piazza c’erano 20 giovani e 3 signori, non esagero.


I Foja che suonano senza luci perché era complicato accenderle.

In ogni caso i Foja hanno fatto un bel concerto, e continuo a pensare che come voce emergente di Napoli ci rappresentino bene.

Li associo un po’ ai 24 Grana, che a me non piacciono e non mi sono mai piaciuti, e non mi spiego il loro successo: o meglio, me lo spiego, incarnano bene il disagio di Napoli degli ultimi anni, fanno presa tra i giovani. Ma continuano a non piacermi, e comparsi i Foja auguro a loro di avere almeno lo stesso successo dei 24 Grana, perché se lo meritano. Sono giovani, ma nel loro genere, sono bravi: O’sciore e o’ viento è un autentico gioiello, sia come musica che come testi, così come il videoclip che è stato realizzato per loro da Alessandro Rak.

‘Na storia nova, il loro secondo album, contiene anche altri pezzi belli, insomma per una volta voglio dire qualcosa di positivo su di un gruppo giovane e che canta in napoletano: di norma non apprezzo, ma di fronte a ‘o sciore e o’viento, mi dispiace che chi non è di Napoli forse non potrà provare lo stesso piacere nell’ascoltare.
E in italiano non m’avrebbe mai fatto lo stesso effetto.
In ‘astrigneme cchiù fforte’ c’è molto di più che in uno ‘stringimi più forte’, a’ ciorta non sarà mai la semplice sorte…

‘O Sciore e ‘o Viento

astrigneme cchiù fforte
e dimme ca nun ce perdimmo maje

ma chesta notte no
niente bugie
‘a chesta vocca mia
si nun sacce cchiù cuntà
coccose ca nun va’

e’ fforse perchè ‘o mare
te aspetta
e ‘ncuorpe a me è tempesta

‘e vvote ce cercamme pe’ ssempe
e ce perdimme dint’ ‘a nniente
a’ ciorta gira comme o’ viento
e nun ce lasse maje sta quiete
comme me ne jesse aret’

aspettame dint’ ‘e suonne doce
ca ce verimmo llà
vicino pe ‘na notte ‘e rena
luntano e chine ‘e pena
je provo a nun pensà
ma tu staje sempe ‘ccà

‘nu sciore s’ è purtato ‘stu viento
e a me nun resta niente

‘e vvote ce cercamme pe’ ssempe
e ce perdimm dint’ ‘a nniente
a’ ciorta gira comme o’ viento
e nun ce lasse maje sta quieto
comme me ne jesse aret’

se pò sbaglià

(D.Sansone)

(23/9/11)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...