Mutante, e fiera di esserlo. X-Men: L’inizio

E adesso vi parlo finalmente di un film bello. Decisamente bello.
Molti anni fa, in un periodo in cui noleggiavo dvd perchè non avevo niente da fare (adesso potrei noleggiarli io i dvd), avevo visto i primi due film sugli X-Men e mi avevano piuttosto deluso, soliti film pieni di effetti speciali americani ma di poca sostanza. Ero troppo giovane, ero ancora una ragazza. Come ho potuto pensarlo?
In realtà non so se fossero davvero dei film pessimi perchè non li ho più rivisti (ma li rivedrò), fatto sta che in seguito sono cambiate molte cose e da che evitavo Spiderman e compagnia bella sono diventata una grande estimatrice di tutti questi film tratti dai comics americani. X-Men – Le Origini: Wolverine mi ha fatto rivalutare anche i poveri X-Men che da giovane non avevo digerito e che ora invece mi sono tanto tanto simpatici. E questo è il film ideale per farseli stare simpatici e avvicinarsi a loro, dato che cronologicamente si posiziona come il primo di una lunga serie, narrando per l’appunto le loro origini in maniera precisa e ordinata (cosa che non era ancora stata fatta: nel primo film del 2000 gli X-Men venivano dati per scontati, come se tutti già sapessero chi erano e che cosa facevano.)
Vediamo quindi un giovane Magneto, un giovanissimo Professor X (non avevano nemmeno questi nomi, all’epoca!), Mystica / Raven Darkholme, la Regina Bianca / Emma Frost al fianco di Sebastian Shaw nel Club Infernale, associazione criminale mutante il cui obiettivo e far scoppiare una guerra nucleare che porterebbe a decimare gli uomini ma solo benefici alla specie superiore dei mutanti. In questo film il ruolo di supercattivo è dunque assegnato ad uno dei primi personaggi della saga, Sebastian Shaw, il cui potere è quello di assorbire qualsiasi forma di energia. E si intravede come e perchè questo ruolo verrà poi preso da Magneto, ed inizio a capire perché Magneto / Erik Lensherr sia considerato così interessante.
Non c’è niente di meglio di una personalità a metà tra il bene ed il male, trascinante, costretto dagli eventi a diventare “cattivo”. Un po’ come Wolverine, che tanto amo, e che in questo film ha solo un piccolo cameo (ma assolutamente fantastico).
In X-Men l’Inizio viene approfondito il rapporto tra il Professor X (un altro personaggio rispettabile, ma troppo, troppo buono) e Magneto, legati in gioventù da un’amicizia quasi commovente. La differenza di vedute li porterà a separarsi, e porterà via a Xavier anche Mystica, sua sorella adottiva, che tanto aveva cercato di dargliela senza riuscirci.
Sì, finalmente apprezzo anche Mystica. Come altri mutanti, inizialmente complessata a causa delle caratteristiche estetiche della sua mutazione, arriverà all’età adulta ad accettarsi anche nel suo aspetto originale, blu. Mi è piaciuta molto la scena in cui, dopo aver capito che Hank / Bestia non la accetta per come è davvero, si infila nuda nel letto di Magneto (ahaha, anche io avrei fatto lo stesso con lui) che appare sorpreso e non accetta le avances a causa della differenza di età ma mostra di preferire Raven / Mystica per il suo vero aspetto, blu, e non per la versione umana che lei aveva creato per sè. Implicitamente chiarito che non avrebbero fatto del sesso, lei gli chiede di passargli i vestiti, e a ciò Magneto risponde:

– Perchè? Chiederesti ad una tigre di coprirsi?

Non c’è niente di più gratificante per una donna, come per qualsiasi altro essere umano (o mutante, in questo caso), di essere accettata per com’è veramente.
Non per la maschera che indossa, ma per com’è fatta, in ogni sua sfaccettatura. Fingere per essere amati non è la via giusta per la felicità, ciò si sa bene. Non per questo si dovrebbe dare sempre il peggio di sè. Ma rispettare la propria sostanza è necessario. Sempre.

“Mutante, e fiera.”

x-men

Jennifer Lawrence interpreta Raven Darkholme / Mystica, sostituendo Rebecca Romijn degli altri film.

Occhi gialli e la capacità di assumere qualsiasi sembianza. Questi occhi gialli che mi ritornano in sogno, bellissimi.
Non riesco a non guardarla alla stessa maniera di Magneto.

James Mcavoy sostituisce Patrick Stewart in un giovane Professor Xavier. E’ un telepate.

James Mcavoy

Se non fosse stato un po’ scemotto (dai, poteva farsela la sorella blu, quante storie!) non sarebbe stato affatto male.
Ma Mystica non ha niente da perdere andandosene con Magneto, tanto il Professor X a fine film perde l’uso delle gambe (e chissà, anche di qualcos’altro?), quindi nessun rimpianto.
Povera Moira che gli fa da badante. Non escludo un po’ di omosessualità latente nei confronti del suo caro amico Magneto (ma come fa a non piacere Magneto, possiamo perdonarti, Charles Xavier…)

Finalmente abbiamo un bel giovane per Erik Lehnsherr / Magneto: è Michael Fessbender, tedesco (300, Bastardi Senza Gloria!):


Personaggio fighissimo. MAGNETO.

January Jones è Emma Frost, telepate di ghiaccio:

Niente niente male.

Un carismatico Kevin Bacon è Sebastian Shaw:

Nicholas Hoult è Hank McCoy, ingegnere stranerd dai piedi prensili. Tenterà di eliminare questo suo difetto fisico (evidentemente aveva qualche problema con il pedicure) ma verrà punito trasformandosi a tempo pieno in Bestia. Così non solo il pedicure, ma anche un capitale da spendere in cerette. Mystica ha tentato di farsi anche lui, non riuscendoci. Lei prova a buttarsi addosso, gli si mette in braccio, ma lui continua a dire di volerla solo analizzare.


E poi un’altra carrellata di personaggi inutili:


Alex Summers
, un bimbominchia incapace di controllare la sua forza.

Darwin, inutile come la birra senz’alcool.  Sa adattarsi a qualsiasi circostanza, ad esempio nell’acqua diventa pesce. Per fortuna muore subito, Shaw lo riduce ad un mucchietto di cenere. Fatto bene.

Banshee, altro bimbominchia. Rompe i vetri con i suoi urletti gay. Xavier, che è una persona seria, gli insegnerà a sfruttare questo suo potere per volare.

Angel. Una gran puttana, lavorava in un bordello. Ha le ali e sputa fuoco. Fossi nei suoi clienti eviterei di chiederle qualche prestazione “particolare”…
Dopo essere stata scoperta dal professor Xavier, si allea prima con Shaw e poi con Magneto.

E poi altri personaggi amici di Shaw, che non vi riporto, per ora.

Dimenticavo di informarvi che alla regia di X-Men – L’inizio c’è Matthew Vaughn, che ha dato una buona prova con Kick-Ass.
Ora, non ci resta che aspettare i prossimi film della saga…

Annunci

5 thoughts on “Mutante, e fiera di esserlo. X-Men: L’inizio

  1. Pingback: Perchè la luna si sente così sola? « … And Justice For All

  2. Pingback: Wolverine – L’immortale – Ciò che mi hanno fatto, ciò che sono, non si può cambiare. | ... And Justice For All

  3. Pingback: American Hustle – L’apparenza inganna: riconosciamo l’importanza degli uomini con la panza. | … And Justice For All

  4. Pingback: Anteprima Cinema: Eddie The Eagle – Il Coraggio della Follia | … And Justice For All

  5. Pingback: X-Men: Apocalypse | … And Justice For All

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...