I miei gatti biondi sono morti entrambi.

Il chiodo ha crepato la parete, i tarli intaccato la cornice del quadro.
L’ho tolto, ed è rimasto appoggiato sul pavimento dall’anno scorso.
Non trovo più la tavola periodica e la cosa mi fa intestardire.
Scopro poesie d’amore nel cassetto e non ricordo a chi fossero destinate.

E’ come in quel quadro, croci sulla città.
Sono la stessa persona di tanti anni fa.

Ora il mondo è già finito, non m’interessa più di quel giardino al quinto piano e di quello che eravamo, della strada brulicante e delle tende gialle di casa tua.
Verrai a prendermi in un’altra estate, in un’altra terra, in un’altra vita, forse qualcuno raccolse le ciliegie, prima che il mondo finì.

Disordine, niente, sono nervosa, dov’è la tavola periodica?

Ti ho sognato, anche se non sei stato l’unico che ho amato, non ti ho dimenticato.
Il mio gatto biondo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...