Notte brava a Las Vegas / Notte brava all’Ipercoop

Quella sera l’Happy Maxicinema di Afragola volle salvare me
e altri due malcapitati dalla proiezione de L’altra donna del re, polpettone che in effetti avrei visto anche
volentieri in ricordo di film come Orgoglio e Pregiudizio che ai tempi mi fu
propinato dalla scuola. Ma il destino ha voluto che L’altra donna del re fosse
fuori programmazione e la scelta di un nuovo film per la serata è stata
difficile, tra Saw 4 (ambientato di nuovo in un gabinetto, magari), 21 (c’era
ancora! c’era ancora! c’era ancora! e non me l’hanno fatto vedere!), Gomorra
(ma neanche per sogno vedere un film impegnato), e NOTTE BRAVA A LAS VEGAS.
Ricordando che il trailer di questo film era passato prima di IRON MAN, ho
immediatamente accettato di vedere Ashley Kutchon (e chi è? Un nuovo divo per
lettrici di Top Girl?) e Cameron Diaz, una delle mie sgnacchere preferite dai
tempi di The Mask, Il Matrimonio del Mio Migliore Amico, fino ai più recenti
Vanilla Sky, Closer, passando per molti film di puro  intrattenimento ed altri di maggiore impegno.
Ed ahimè, dovevo immaginare che per contribuire a questo grande numero di film
alcuni anni dovevano essere necessariamente passati per Cameron, e in Notte
brava a Las Vegas per la prima volta me ne accorgo. E ha solo 36 anni. Ma la
sua interpretazione mi è piaciuta lo stesso. Nelle immagini potete osservare
l’inizio della distruzione di una pupa fantastica :( Il film è una pura cazzata
godibile ben girata e ben confezionata che racconta la storia di  due imbecilli che, presi da un momento di
sconforto, lei a causa della rottura di un fidanzamento, lui per esser stato
licenziato dal proprio padre, si concedono una vacanza a Las Vegas. Basta una
sola notte a combinare il guaio: totalmente sbronzi, si sposano girando tanto
di filmino vergognoso che verrà portato in tribunale per la causa di divorzio. Causa
non facile in quanto nel frattempo i due hanno anche vinto tre milioni di
dollari al jackpot, il giudice li condannerà a tot mesi di convivenza forzata
nei quali dovranno impegnarsi a far funzionare il matrimonio. E così, tra mille
inconvenienti e tentativi di fregare l’altro (tra cui una festa STREPITOSA dove
si divertono tutti tranne i due sposi, ed arrivano anche dei poliziotti dicendo
“ragazzi, abbiamo sentito degli schiamazzi… ED ERANO TROPPO BASSI” *poliziotti
che si spogliano* *tizia che si butta sul poliziotto dicendo “Mi ha arrestato
con il suo manganello!!”*). Insomma, un film veramente divertente come non ne
vedevo da un po’, peccato per il finale in stile Federico Moccia al faro con
Cameron ed Ashley alla fine dei sei mesi, innamorati, divorziati, e di nuovo
fidanzati e pronti a sposarsi.

Mi sembra ingiusto non riportare il fatto che nella
stessa serata ho preso anche lezioni di origami, e ai tavoli del Mc Donald’s si
è tenuto un laboratorio di pratica di costruzione di rana con carta (più
precisamente con il volantino del cinema) che è durato fino alle due di notte,
anche se in realtà il vero evento della serata è stato Lui: IRON MAN SEMPRE NEI
NOSTRI CUORI
.

Burger King Kids
Menu
ringrazia.

Annunci

One thought on “Notte brava a Las Vegas / Notte brava all’Ipercoop

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...